Come prevenire un disastro informatico: il caso dell’incendio dei datacenter di OVH

Notte del 9 Marzo 2021, un incendio divampa nel campus di Strasburgo di OVH.
Molto probabilmente te lo ricorderai: per qualche ora (i fortunati) o per qualche giorno (per i meno fortunati) siti internet ed applicativi sono stati irraggiungibili. Alcuni addirittura hanno perso per sempre i propri dati.

Come scritto su Wired: “a destare preoccupazione è anche l’apparente assenza di una ridondanza –ovvero una progettazione dell’architettura dei server che ne replica il contenuto garantendo la continua erogazione di un servizio anche se un impianto diventa inaccessibile – dei sistemi colpiti dall’incendio, con alcuni siti ospitati dall’azienda che a 7 ore dall’incendio sono ancora irraggiungibili”.

Rimanere senza poter lavorare è chiaramente impossibile per un’azienda.
Così ci siamo chiesti: cosa si potrebbe fare per evitare casi come questo?

Datacenter OVH incendio

Abbiamo cercato di riassumere brevemente le 3 – 4 azioni che andrebbero fatte per evitare problemi del genere.

1. Risk assessment: la valutazione dei rischi

La prima cosa da fare è lavorare sulla valutazione e prevenzione dei rischi della (o delle) sedi dell’azienda.
Andremo quindi a valutare i rischi più comuni e più probabili, creando una vera e propria tabella con tutti i possibili casi di rischio, la relativa gravità e la loro probabilità di accadimento.

Avremo un risultato di questo genere:

Tabella risk assessment

2. Disaster recovery plan

Una volta redatto il risk assessment sarà cura del reparto IT o dell’IT manager pensare alle diverse soluzioni da adottare per ogni possibile problema per prevenire un “down” dei servizi di produzione, garantendo una continuità operativa (business continuity) di tutti i settori dell’azienda in base agli RTO concordati con il CDA o la proprietà.

2.1 RTO ( Recovery Time Objective )

Il tempo concordato tra il reparto IT e la proprietà sui tempi di ripristino dei servizi.
Può essere diverso fra funzioni, settori aziendali ed alla dimensione dell’azienda.
In base al RTO stabilito, alle priorità aziendali ed al budget messo a disposizione si applicheranno le diverse misure di sicurezza per rientrare nelle tempistiche concordate.

Esempio: RTO 4 Ore per CRM, sito aziendale ed applicativi gestionali.
In base a questo parametro l’IT manager dovrà mettere in atto una serie di attività per fare in modo che l’operatività di questi strumenti, nel caso di problemi, sia ripristinata entro 4 ore.

3. Business continuity plan

Il business continuity plan è l’insieme delle procedure aziendali da adottare in caso di emergenza.
All’interno del manuale vi sono tutte le procedure di sicurezza e le azioni da compiere sia a livello informatico che di risorse umane, al fine di garantire sia l’operatività lavorativa, sia la salvaguardia del personale.

Esempio: un dipendente si accorge che un locale va  a fuoco, questo deve avvisare il responsabile del Team Recovery Plan, che è indicato appunto nel manuale BC, il quale conosce le procedure da adottare in questa ed ogni altra situazione.

Il business continuity plan prevede anche la gestione del personale: nel caso in cui una sede aziendale sia inagibile, nel manuale viene riportata la ri-disposizione del personale o di ogni reparto. affinché si possa garantire una continuità di lavoro.

Esempio: se in azienda manca la corrente elettrica per un disastro ambientale, il manuale indicherà chi può lavorare da casa, chi trasferirsi in un’altra sede o altro.

 

Come possiamo aiutarti?

I tecnici di Connecting Italia sono in grado di svolgere le analisi di rischio della tua azienda e proporti le corrette soluzioni in base alla situazione ed alle esigenze riscontrate.
Scegliere Connecting Italia equivale a scegliere un ufficio in più, esterno alla tua azienda, che ha a cuore il risultato della tua azienda e di ciò che facciamo per te.
La competenza e la professionalità sono imprescindibili per stare sul mercato; facciamo la differenza per te grazie all’assistenza, al fatto che parli sempre con le stesse persone, che rispondiamo e siamo  presenti.

Fabrizio Gobbi

Fabrizio Gobbi

ITC Manager

Scopri gli ultimi articoli
Glossario delle telecomunicazioni

Glossario delle telecomunicazioni

Glossario delle telecomunicazioniIl mondo delle telecomunicazioni, ce ne rendiamo conto, è estremamente complicato dal punto di vista linguistico: FTTC, Switch, DNS, Proxy, Patch panel e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo così deciso di renderti...

leggi tutto
Referenza SACIF

Referenza SACIF

Referenze SACIFSituazioneSACIF Srl nasce nel 1949 dalla necessità di trasformare l’impresa artigianale, in una realtà industriale. I fratelli Peluzzi iniziano così la loro attività nella realizzazione di manufatti in acciaio.Nel corso degli anni...

leggi tutto
Referenza Cluster

Referenza Cluster

ReferenzeCluster srlSituazioneCLUSTER Srl è una realtà nuova, ma con una formazione iniziata già nel 1994. Un lungo percorso che ha unito, in un proficuo sodalizio, diverse teste e specialisti della comunicazione, operanti su più supporti e su...

leggi tutto
I nostri servizi di Information Technology
ITC-Hosting-server-icona

HOSTING SERVER

Il servizio che ti permette di affittare una porzione di server presso il data center di Connecting Italia, e configurarne ogni componente e caratteristica tecnica in base alle tue esigenze.

Si tratta di un’offerta modulare, personalizzabile al 100%.

Tempi di consegna: 10 giorni nel 95% dei casi.

ITC-Housing-server-Icona

HOUSING SERVER

HOUSING SERVER permette di posizionare Server presso il Data Center di Conn

Anche in questo caso puoi comporre il server a seconda delle tue necessità, per poi posizionarlo presso il data center di Connecting Italia (situato dentro i confini nazionali).

Housing Server è un servizio modulare, che garantisce autonomia nella scelta dello spazio.

Tempi di consegna: 10 giorni nel 95% dei casi.

ITC-Connecting-Garage-icona

CONNECTING GARAGE

Questo servizio ti fornisce uno spazio dedicato all’interno del data center di Connecting Italia. L’ideale per consentirti di mettere in sicurezza i dati aziendali e gestirli in totale autonomia.

Anche in questo caso l’offerta è modulare.

Tempi di consegna: 10 giorni nel 95% dei casi.

ITC-Cloud-Backup-icona

CLOUD BACKUP

Con l’attivazione di questo servizio puoi ottenere un backup automatico e periodico (fino a una volta al giorno) dei dati aziendali, che vengono archiviati in uno spazio dedicato del data center di Connecting Italia. 

È incluso il disaster recovery, per ripristinare sistemi e infrastrutture in caso di problemi.

Tempi di consegna: 10 giorni nel 95% dei casi.

Ti interessano i nostri servizi di information technology?
Compila il form, ti risponderemo il prima possibile

Rilascio il pieno utilizzo dei dati da me qui riportati dopo aver letto compreso in ogni sua parte l’informativa privacy così come previsto dal regolamento europeo GDPR 2016/679

4 + 5 =

error: Content is protected !!
Share This